Socio Fondatore e Membro di
  • A.I.A.P.P.
  • E.F.L.A.
  • I.F.L.A.


  • Corsi di Laurea in Architettura del Paesaggio riconosciuti da AIAPP, EFLA e IFLA

  • Università degli Studi di Firenze
  • Uni. degli Studi La Sapienza
  • Università di Genova
  • Corsi di giardinaggio
    Segui le News

    Utopian Hours

    toolbar-torino-stratosferica

    Torino 18-20 ottobre

    Un progetto collettivo di city imaging per costruire un potente racconto per immagini, che esalti il potenziale della città e il suo posizionamento internazionale.

    Torino Stratosferica = Torino at its best
    Come è la città dei nostri desideri? Torino Stratosferica è un’iniziativa indipendente che ha l’obiettivo di creare la migliore immagine possibile della città, volando in alto e guardando avanti. Un’ambiziosa visione collettiva, alimentata dalle idee di diversi rappresentanti dell’industria creativa locale.

    Tre giorni di ispirazione, city maker da tutto il mondo
    Utopian Hours è il primo festival internazionale di city making in Italia. La terza edizione si tiene il 18-20 ottobre 2019 alla Centrale di Nuvola Lavazza, con ancora più ospiti e mostre in programma.

    Link : torinostratosferica.it

    FIORILE

    toolbar-fiorile-2019

    Sabato 26 e domenica 27 ottobre 2019

    Giardino delle Rose
    Castello di Moncalieri

    “Fiorile – orti & fiori in mostra”
    VIII edizione della manifestazione culturale e vivaistica dedicata al verde e a tutte le sue declinazioni in termini di bellezza, storia e sostenibilità.

    Un progetto dell’Assessorato alla Cultura e Turismo della Città di Moncalieri con il contributo della Compagnia di San Paolo, ideato per rafforzare l’immagine di “Moncalieri città nel verde”. Un appuntamento stagionale nato per valorizzare il Castello Reale, il centro storico e le sue eccellenze, i percorsi della collina, le ciclabili e i sentieri, i giardini e le antiche vigne, gli orti, i parchi e i corsi d’acqua.
    L’evento si svolgerà nella splendida cornice del Giardino delle Rose del Castello Reale di Moncalieri, dichiarato dall’Unesco nel 1997 Patrimonio dell’Umanità.

    Paolo MONTAGNA Sindaco di Moncalieri
    LAURA POMPEO Assessore Città di Moncalieri

    Link: fiorilemoncalieri.it

    Bando Scuola di Specializzazione in Beni Naturali e Territoriali

    banner-bando

    AVVISO APERTURA BANDO SCUOLA SPECIALIZZAZIONE IN BENI NATURALI E TERRITORIALI AA 2019-2020 - SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA

    Il Bando scade il 19 novembre 2019.

    Il Bando è disponibile al link

    Per ulteriori informazioni sulla Scuola BNT

    Pagina web della Scuola
    Pagina Facebook della Scuola

    Per la Scuola di Specializzazione in Beni Naturali e Territoriali è prevista l’attribuzione di n.1 borsa di studio ai sensi della L. 398/89 riservata agli immatricolati per l’AA 2019-2020.


    Scuola di Specializzazione in Beni Naturali e Territoriali
    Dipartimento Pianificazione Design Tecnologia dell’Architettura (PDTA)
    Via Flaminia, 70
    00196 Roma
    T (+39) 06-49919083 F (+39) 06-49919028
    email : scuolaspecializzazionebnt@uniroma1.it

    Incontri con il paesaggio 2019/2020

    toolbar-incontri-con-il-paesaggio

    Quest’anno l’inaugurazione dell’anno accademico 2019-2020 del corso di laurea magistrale interateneo in Progettazione delle aree verdi e del paesaggio che vede coinvolti il Politecnico di Torino, l’Università degli Studi di Torino, l’Università degli Studi di Genova e l’Università degli Studi di Milano vedrà l’importante partecipazione dell’architetto e paesaggista messicano Mario Schjetnan.

    Laureatosi presso l’Università nazionale del Messico nel 1968, Mario Schjetnan consegue un Master in Architettura del Paesaggio con specializzazione in Urban Design presso la Graduate School dell’Università della California, Berkeley. Dopo aver ricevuto una borsa di studio presso la Graduate School of Design dell’Università di Harvard fonda nel 1977 il Grupo de Diseño Urbano (GDU) con cui ha conseguito numerosi premi e riconoscimenti a livello nazionale e internazionale. All’attivo ci sono numerosi progetti a diversa scala nell’ambito dell’Architettura, dell’Urban Design e dell’Architettura del Paesaggio.

    Nella sua carriera oltre all’attività di progettazione l’architetto Mario Schjetnan si è dedicato anche all’insegnamento e alla ricerca presso numerose università straniere tra cui si citano Harvard, Berkeley dove ha presieduto la cattedra Beatrix Farrand in architettura del paesaggio, Arizona dove ha diretto la Scuola di Architettura del paesaggio, Città del Messico dove gli è stata assegnata la cattedra Federico Mariscal in Architettura dell’Università Nazionale del Messico, Austin e Virginia dove ha occupato rispettivamente la cattedra Rose Carter e Talbott.

    Tra i suoi numerosi riconoscimenti conseguiti si citano il premio Maria Ignacia Rodriguez de Velasco conferitogli dal College of Architects of Mexico e dalla Mexican Society of Architects e il Sir Geoffrey Jellicoe Award 2015 assegnatogli dall’Internazional Federation of Landscape Architects (IFLA) che è il più importante riconoscimento a livello mondiale nell’ambito dell’architettura del paesaggio ed il primo assegnato a un latino americano.

    La prolusione dell’architetto e paesaggista Mario Schjetnan, aperta a studenti, docenti e a un pubblico esterno si terrà giovedì 3 ottobre 2019 alle ore 10 presso il Salone d’Onore del Castello del Valentino di Torino. La lectio magistralis dal titolo ‘The restorative and Trasformative Capacity of Landscape Architecture’ affronterà temi di assoluta attualità come quelli della gestione dell’acqua e del recupero dei suoli contaminati e compromessi attraverso la presentazione di alcuni casi studio da lui stesso seguiti.

    L’incontro introdotto dalla Prof.ssa Bianca Maria Rinaldi del Politecnico di Torino vedrà tra i partecipanti il Prof. Andrea Bocco, Direttore del Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio del Politecnico di Torino, il Prof. Carlo Grignani, Direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università degli Studi di Torino, il Prof. Carlo Tosco del Politecnico di Torino, Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Progettazione delle Aree verdi e del Paesaggio, il Prof. Marco Devecchi, Coordinatore per l’Università degli Studi di Torino del Corso di laurea magistrale interateneo in Progettazione delle aree verdi e del paesaggio e il Prof. Alessandro Toccolini, Coordinatore per l’Università degli Studi di Milano del Corso di laurea magistrale interateneo in Progettazione delle aree verdi e del paesaggio.

    3 OTTOBRE 2019 ORE 10
    CASTELLO DEL VALENTINO DI TORINO – SALONE D’ONORE

    Download:
    Download Locandina Schjetnan

    Download Ciclo di incontri con il paesaggio

    Viaggio nei giardini d’Europa

    toolbar-viaggio-nei-giardini-deuropa

    “Viaggio nei Giardini d’Europa, Da Le Nôtre a Henry James”, 5 luglio – 20 ottobre, Reggia di Venaria – Sale delle Arti.

    Architetti, paesaggisti, principi, scrittori, intellettuali, eruditi attraversano per secoli l’Europa visitando giardini, ammirando paesaggi e traendo da essi ispirazione. I loro taccuini, i loro diari, le loro opere ci consentono di ricostruirne gli itinerari e di viaggiare idealmente attraverso luoghi di bellezza, testimoni della storia e della cultura di un continente.

    Lungo queste trame si dipana la mostra, ripartita in dodici sezioni, in cui circa 200 opere tra dipinti, disegni, arazzi, volumi, modelli e altri manufatti illustrano giardini celebri in Europa dal Cinquecento all’Ottocento: dalle geometrie di quelli italiani alle fughe “all’infinito” di quelli francesi, al “pittoresco” delle composizioni inglesi.

    Nel contesto della Reggia di Venaria e dei suoi Giardini si presenta così – attraverso le opere di artisti noti o meno conosciuti – l’Italia del “Grand Tour”, l’Europa dei regni e degli imperi con i giardini di ville e palazzi, manifestazione di potere, ma anche fenomeno “alla moda” ed evocazione di mondi lontani e sognati.
    La mostra, voluta e realizzata dal Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, d’intesa con il Politecnico di Torino, Dipartimento di Architettura e Design (DAD), e l’Associazione Parchi e Giardini d’Italia (APGI), con il patrocinio dell’Association des Résidences Royales Européennes (ARRE), curata da Vincenzo Cazzato, Paolo Cornaglia, Maurizio Reggi con il contributo di Paolo Pejrone, affronta il tema del giardino con un approccio inedito ed originale: è la prima volta che la tematica viene trattata prendendo spunto dalle osservazioni dei viaggiatori tra Cinquecento ed Ottocento.

    L’esposizione prende l’avvio con il viaggio di Montaigne che ci accompagna nei più famosi giardini italiani del Cinquecento, tra grotte, automi e giochi d’acqua, mentre nel secolo successivo il viaggio di André Le Nôtre offre l’occasione per illustrare la diffusione in Europa di un nuovo modo di concepire complessi su grande scala, apprezzati da grandi e piccoli Re Sole.

    Con l’affermazione della nuova moda del giardino inglese, favorita anche dalla conoscenza dei giardini cinesi e delle loro forme ispirate alla natura, l’Inghilterra – insieme alla Francia e all’Italia – costituisce un forte richiamo per architetti e giardinieri, come lo svedese Fredrik Magnus Piper e l’italiano Francesco Bettini.
    Il giardino inglese si diffonde ovunque in Europa. In Francia Carmontelle organizza il futuro Parc Monceau secondo una successione di scene, proponendoci all’interno di uno stesso giardino un viaggio immaginario nel tempo e nello spazio (da Oriente a Occidente).

    A fine Settecento i viaggi degli aristocratici – i Conti del Nord, eredi al trono di Russia, e il Principe de Ligne – ci portano nei maggiori giardini europei sui quali non esitano a esprimere giudizi a volte pungenti.
    I giardini della penisola sono tappa obbligata del “Grand Tour”. Pittori come Hubert Robert e Fragonard giungono in Italia per ritrarne i più noti nel loro stato di decadenza e il primo, al rientro in Francia, si cimenterà egli stesso nella progettazione di giardini. Il “Presidente” Charles de Brosses e Stendhal attraversano la Penisola da nord a sud, fino a Napoli, mentre nel suo viaggio nel segno di una rinascita interiore Goethe si spinge ancora oltre, raggiungendo la Sicilia.

     

    Ufficio Promozione Turistica

    La Venaria Reale
    Consorzio delle Residenze Reali Sabaude
    Piazza della Repubblica 4,10078 Venaria Reale (Torino) -Italia
    tel: +39 0114992415
    fax: +39 0114322228
    www.lavenaria.it

     

    Download: Comunicato Stampa

    IX Summer School of Floriculture 2019

    toolbar-summer-shool

    Segnaliamo l’IX Summer School of Floriculture 2019 su “La qualità del verde urbano: il contributo delle piante erbacee”  che si terrà al Floriseum, Museo del Fiore della Città di Sanremo, il 9 – 10 – 11 – 12 settembre prossimi.

    Per informazioni:

    Download : Locandina

    Download : Programma

    Download : Modello A – Domanda di iscrizione

    Download : Modello B – Dichiarazione sostitutiva